ACCEDI
Logo USI

Informazioni, Prenotazioni e
Assistenza tecnica referti on-line

06/32868.1

La PET-TC con Fluorocolina (18F-Colina) per i tumori alla prostata

La PET-TC con Fluorocolina (18F-Colina) per i tumori alla prostata
Il tumore alla prostata è uno dei tumori più frequenti nell’uomo. Valori alti del PSA sierico possono indicare la presenza di cellule tumorali o una recidiva e richiedono un approfondimento diagnostico.
La PET-TC (Tomografia ad Emissione di Positroni/Tomografia Computerizzata) è un esame di diagnostica per immagini che permette di rilevare i tumori alla prostata nei casi di sospetto di recidiva con incremento del PSA dopo la terapia chirurgica o radiante o ormonale del tumore primitivo. È utile sia in campo diagnostico che prognostico in quanto definisce la sede e l’estensione della patologia e può essere utilizzata anche quando altre diagnostiche per immagini non siano risultate utili.

La PET-TAC prevede la somministrazione di un radiomarcatore metabolico, in genere una sostanza normalmente presente nell’organismo (ad esempio il glucosio) marcata con una sostanza radioattiva. Il tracciante radioattivo emette particolari particelle che vengono captate dall’apparecchiatura, consentendo di valutare la distribuzione di questi traccianti all’interno di un organo o di un determinato tessuto biologico. Le scansioni a Tomografia Computerizzata, inoltre, aggiungono informazioni anatomiche e morfologiche a quelle metaboliche.
Queste informazioni possono essere interpretate sia da uno specialista in medicina nucleare che da un radiologo.

Nella PET-TC è possibile utilizzare come "radiofarmaco" (o "tracciante radioattivo") la Fluorocolina (18F-Colina), costituita da una forma radioattiva della sostanza Colina.
L’uso della PET-TC con Fluorocolina (18F-Colina) può aiutare i medici a rilevare possibili siti di recidive e/o metastasi alla prostata che i test di imaging più convenzionali non sono in grado di identificare. 
Il radiofarmaco viene iniettato via endovenosa. Le cellule tumorali della prostata assorbono prontamente il tracciante ed è possibile rilevare aree di cellule tumorali della prostata in tutto il corpo in caso di metastasi. Può essere poi eseguita una biopsia mirata per prelevare alcune cellule per i successivi test di laboratorio.

La PET-TC non è un esame doloroso e non ha controindicazioni. La Fluorocolina (18F-Colina), il radiofarmaco usato per la PET-TC, non è un mezzo di contrasto e non causa alcuna reazione allergica. Inoltre la quantità di radiofarmaco iniettata è minima e l’esposizione del paziente alle radiazioni ionizzanti è del tutto paragonabile ad altri esami simili.

Non è necessaria una preparazione specifica né bisogna interrompere l’assunzione dei farmaci che si prendono abitualmente.

La durata complessiva dell’esame è di circa 3 ore. 
 
Dott.ssa Gabriella Giuliano
Specialista e dottore di ricerca in medicina nucleare
Responsabile del Servizio di medicina nucleare
Casa di Cura Marco Polo - Viale Marco Polo, 41
 

News

“Mal di primavera”: aiutiamo il nostro riposo notturno con una corretta alimentazione “Mal di primavera”: aiutiamo il nostro riposo notturno con una corretta alimentazione
Scopriamo come riposare meglio la notte ed essere più attivi di giorno.
Linfostasi e appoggio plantare Linfostasi e appoggio plantare
Per il riequilibrio posturale di dismetrie, dismorfismi del piede, compensazioni di problematiche a carico di ginocchio, anca, schiena.
L'asma bronchiale L'asma bronchiale
Il trattamento dell’asma deve essere personalizzato sul singolo paziente al fine di migliorare i sintomi respiratori e di ridurre il rischio di riacutizzazioni.
L’ipotiroidismo: quando la tiroide diventa “pigra” L’ipotiroidismo: quando la tiroide diventa “pigra”
Che cosa succede se la tiroide produce meno ormone? Quali sono gli esami da effettuare?