ACCEDI
Logo USI

Informazioni, Prenotazioni e
Assistenza tecnica referti on-line

06/32868.1

Bentornata Primavera!

Marzo è il mese di passaggio dall’inverno alla primavera; il freddo lascia il posto a temperature più miti ma ci lascia anche qualche chilo in più e le tossine accumulate. Durante l’inverno l’alimentazione è stata più ricca di carboidrati e di grassi, è stata svolta meno attività motoria e sono stati spesso assunti farmaci ed antibiotici per contrastare i “mali di stagione”.
Gli organi che risentono maggiormente dell’accumulo di tossine sono il fegato, i reni e l’intestino. Questi rappresentano i principali organi emuntori che permettono al nostro organismo di eliminare le sostanze tossiche e rifornirci di energia. La primavera e l’autunno sono i momenti ideali per eseguire una depurazione. Il cambio di stagione, infatti, porta la natura a riattivarsi ed anche per il nostro organismo inizia un processo di rinnovamento per prepararsi al cambio di temperatura. A marzo iniziano a crescere le erbe amare come il tarassaco, il cardo mariano o l’ortica, piante conosciute per le loro proprietà depurative.

Un corpo intossicato è riconoscibile tramite alcuni segnali che ci invia in modo forte e chiaro ma che possono essere trascurati o fraintesi perché comuni ad altre problematiche come, per esempio, le ipersensibilità alimentari.

E’necessario, pertanto, depurarsi se sono presenti almeno due dei seguenti sintomi: 
 
  1. stanchezza costante e ingiustificata;
  2. problemi di pelle, con segni di infiammazione e impurità;
  3. capelli e unghie fragili (a volte si presentano striature);
  4. stitichezza o gonfiore intestinale;
  5. fatica a mantenere la concentrazione;
  6. ritenzione idrica o accumulo di peso nell’ultimo periodo;
  7. scarso o cattivo riposo notturno;
  8. occhiaie marcate;
  9. sapore amaro in bocca al risveglio oppure alitosi improvvisa;
  10. difficoltà digestive.
 
Seguendo il programma depurativo secondo un’alimentazione specifica ed il supporto della fitoterapia possiamo raggiungere in breve tempo uno stato di benessere con evidente riduzione del gonfiore e dei centimetri accumulati nel girovita. Ci sentiremo così più energici e reattivi ed il metabolismo si riattiverà. La dieta depurativa permetterà, inoltre, di seguire con successo l’alimentazione della fase successiva in cui si potranno perdere i chili in più con risultati duraturi nel tempo. 
 
Dott.ssa Deborah Tognozzi
Biologa Nutrizionista
Specialista in Applicazioni Biotecnologiche
U.S.I. Piazza Vittorio - Via Machiavelli, 22
U.S.I. Serpentara - Via G. Pacchiarotti, 95

News

“Mal di primavera”: aiutiamo il nostro riposo notturno con una corretta alimentazione “Mal di primavera”: aiutiamo il nostro riposo notturno con una corretta alimentazione
Scopriamo come riposare meglio la notte ed essere più attivi di giorno.
Linfostasi e appoggio plantare Linfostasi e appoggio plantare
Per il riequilibrio posturale di dismetrie, dismorfismi del piede, compensazioni di problematiche a carico di ginocchio, anca, schiena.
L'asma bronchiale L'asma bronchiale
Il trattamento dell’asma deve essere personalizzato sul singolo paziente al fine di migliorare i sintomi respiratori e di ridurre il rischio di riacutizzazioni.
L’ipotiroidismo: quando la tiroide diventa “pigra” L’ipotiroidismo: quando la tiroide diventa “pigra”
Che cosa succede se la tiroide produce meno ormone? Quali sono gli esami da effettuare?