ACCEDI
U.S.I.

Informazioni e Prenotazioni

06/32868.1

Assistenza Servizi On-line 06/32868.234

Dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 17:00


Radioterapia a misura di bambino con maschere da supereroi.

Radioterapia a misura di bambino con maschere da supereroi.
I tumori colpiscono purtroppo sia grandi che bambini i quali vengono sottoposti a cure oncologiche compresa la radioterapia. Ma come far accettare ed indossare ad un bambino una maschera per il trattamento radioterapico e soprattutto come renderla meno claustrofobica e spaventosa dato che blocca i movimenti al piccolo che non ne comprende esattamente il motivo?
Per rendere questo momento più giocoso per i bambini, nell’ospedale inglese di Leeds, medici e infermieri hanno provato a far indossare ai piccoli pazienti le maschere dei loro supereroi preferiti. Il bambino diventa quindi un supereroe con una missione speciale da compiere e si cerca così di rendere tutto più facile.
                  
L’idea di trasformare le maschere per la radioterapia nei costumi di Batman, Iron Man e My Little Pony è venuta alla specialista nei giochi del reparto di radioterapia Lobke Marsden, che ha coinvolto un infermiere clinico specialista, un radiologo pediatrico e due oncologi e ha trasformato le griglie grigie in maschere da supereroi da far indossare ai bambini durante il trattamento, così imitando un esperimento simile già condotto negli Stati Uniti. Sono stati effettuati, ovviamente, analisi e tests per verificare che la vernice non condizionasse la radioterapia.

I supereroi vengono scelti direttamente dai bambini e molti genitori hanno deciso di abbinare alla maschera anche il relativo costume per un divertimento completo dei figli.
La Lobke, nell’intervista al Guardian, dichiara che la sua equipe sta utilizzando anche altri espedienti per tranquillizzare i piccoli pazienti ricoverati in ospedale e in particolare nel reparto oncologico.
Ad esempio adottano la "stringa magica", che i bimbi utilizzano, nella stanza in cui si effettuano i trattamenti, tirandola ai genitori che a loro volta la tirano al bimbo. Le sedute, inoltre, sono anche accompagnate dalla visione del proprio programma tv preferito o di un cartone animato direttamente su un  iPod  collegato al letto, mentre la terapista inglese spiega ai bambini cosa accade nel trattamento radioterapico, usando le bambole e una riproduzione in miniatura della macchina. In questo modo si cerca di alleviare il dolore e la tristezza, strappando un sorriso ai piccoli.
 
Così conclude la Lobke: “Trasformando i bimbi in eroi e nei loro personaggi più amati li si rende più forti e coraggiosi, quasi speciali, mettendoli anche nella condizione di poter controllare meglio una situazione dolorosa e spesso spaventosa per un bambino”.
 
Dott.ssa Sabrina Del Bufalo
Responsabile Reparto Radioterapia Oncologica
Casa di Cura Marco Polo 
Viale Marco Polo, 41